Stati Generali di Forza Italia, a Salerno si spacca la base

Se nella maggioranza deluchiana è difficile trovare qualcuno che ride, a destra va ancora peggio. Già perchè oltre ai fallimentari assalti a Palazzo Guerra degli ultimi 25 anni – tutti naufragati in maniera clamorosa – ora si accende anche la diaspora tutta interna a Forza Italia, in vista dell’appuntamento di domani a Napoli, dove si svolgeranno i cosiddetti stati generali del centrodestra. A muovere il suo personale j’accuse – sul suo profilo social – è il presidente del club Forza Silvio di Salerno ed ex coordinatore cittadino forzista Antonio Roscia.

Il post su Facebook di Roscia. “Domani non andrò ai sedicenti stati generali del centrodestra a Napoli. E non perché il sottoscritto non sia stato invitato: a queste cose sono abituato. Innanzitutto trovo stucchevole che si organizzi una giornata del genere in un giorno lavorativo come il Lunedì: non è che tutti prendano uno stipendio dalla politica o che ambiscano a prenderlo. Inoltre, dal punto di vista politico, è solo una operazione di facciata, nata male e gestita peggio: che stati generali del centrodestra sono senza Fratelli d’Italia e Noi con Salvini? Questa è una operazione politica sbagliata che non coinvolge le forze centriste del perimetro del PPE, pure continuamente osannato e mai praticato, che serve solo a fare il buffo a Giovanni Toti. A Napoli, parteciperanno i soliti professori universitari, professionisti in cerca di sponsor, giovani selfisti, personaggi in cerca d’autore e politici stipendiati: mancherà la gente, quel popolo di centrodestra che da anni vorrebbe parlare e dire la sua. Per il resto ci saranno, oltre Forza Italia, la bellezza di otto finti partiti che accocchiati tutti insieme, se facessero le proprie liste, non prenderebbero i voti di Forza Italia a Nocera. Ed ho detto tutto. Antonio Roscia -Presidente Club Forza Silvio Salerno

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *