Salerno, i deputati M5S sconfessano il gruppo Rousseau: “Nulla a che fare con noi”

La notizia – anticipata da Più Mezzogiorno – dell’esposto al Capo dello Stato, On. Sergio Mattarella, contro il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e firmato dal gruppo “J.J. Rousseau di Salerno” assume i contorni del giallo politico. Già perchè il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, tramite il proprio ufficio stampa, ha voluto precisare la propria posizione rispetto a tale documento, ma soprattutto a riguardo dei firmatari dello stesso atto.

La nota del M5S alla Camera. Ecco la precisazione inviata dall’ufficio stampa di Montecitorio: “Il gruppo J.J. Rousseau non ha nulla a che fare con il Movimento 5 Stelle né tanto meno con l’associazione Rousseau. Dunque ascrivere al MoVimento 5 Stelle la lettera denuncia al capo dello Stato è assolutamente scorretto“.

Il gruppo J.J. Rousseau di Salerno non è espressione del movimento grillino. E’ questa la notizia politica che emerge dalla nota inviata alla redazione di Più Mezzogiorno dalla deputazione grillina a Montecitorio, che conferma in modo eclatante la faida esistente in città da quando le due anime del movimento (quella riconducibile ai parlamentari Angelo Tofalo, Andrea Cioffi e Silvia Giordano e l’altra ad un gruppo facebook di cittadinanza attiva) si scontrarono per la scelta del candidato sindaco da presentare alle recenti amministrative del 2016. Di quella diaspora oggi restano solo le ceneri di quella che potrebbe essere tranquillamente definita una questione tra correnti, come il vocabolario caro alla Democrazia Cristiana del dopoguerra ci ricorda. Venire a conoscenza – in modo ufficiale – che il gruppo Rousseau di Salerno (e i suoi aderenti) non fanno parte dell’associazione Rousseau, nè hanno niente a che fare con il partito politico fondato da Beppe Grillo, significa – in soldoni – che i veri grillini salernitani sono altri e si riconoscono unicamente nel gruppo che segue la deputazione a Montecitorio (Tofalo e Giordano). Il gruppo Rousseau di Salerno resta dunque una semplice associazione di singoli cittadini che porta avanti le proprie finalità.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

1 Comment

  1. Mario ha detto:

    Ottima precisazione, giusta e doverosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *