Salerno, deluchiani in fibrillazione per il toto candidature: ecco chi sono

La maggioranza a Palazzo Guerra

Anche a Palazzo Guerra si vivono ore concitate. Nonostante la sede istituzionale del Comune di Salerno sia praticamente deserta – se non fosse per un pugno di dirigenti e addetti ai servizi – il clima che si respira nel fronte dei deluchiani non è per nulla vacanziero. Formalmente tutti in ferie, chi al mare, chi all’estero. Ma ufficiosamente i fedelissimi del governatore della Regione Campania continuano a discutere – sulla chat di whatsapp ufficiale della maggioranza e su altre due più “riservate”  – di politica e soprattutto di futuro, visto che sia il rinnovo della segreteria provinciale che le elezioni politiche si avvicinano sempre più. E i papabili candidati – su entrambi i fronti – si sprecano.

Rinnovo segreteria provinciale: tutti attendono Bonavitacola. Per quanto riguarda il rinnovo della carica di segretario provinciale, i deluchiani doc sanno già quale sarà il successore di Nicola Landolfi. Se non ci saranno colpi di scena dell’ultima ora, il nome individuato da Vincenzo De Luca è quello di Fulvio Bonavitacola, che avrà il gravoso compito di coordinare la campagna elettorale in vista delle politiche 2018 e garantire così l’elezione di Piero De Luca alla Camera dei Deputati. Bonavitacola rappresenta la continuità dello stile deluchiano e tutti si aspettano la sua venuta a Salerno per mettere alcune cose al posto giusto. Con la sua guida, una buona fetta di pretoriani del governatore spera nell’avvicendamento in alcune figure chiave, come ad esempio il capostaff politico del sindaco Napoli, ritenuto da molti inidoneo per quel ruolo così delicato, alla luce dei magri risultati ottenuti nel primo anno di consiliatura.

Elezioni politiche: due assessori e tre consiglieri comunali in pole position. Ovviamente si tratterà di candidature di “servizio”, vista l’attuale legge elettorale e considerati anche i numeri che il Pd pensa di ottenere in termini di seggi conquistati (meno 100 seggi in assenza del premio di maggioranza, in caso di vittoria delle elezioni). Due gli esponenti della giunta Napoli che potrebbero essere inseriti nella lista ma in posizione arretrata, svolgendo così un ruolo di “portatori d’acqua”: Eva Avossa e Nino Savastano. Per quanto riguarda i consiglieri comunali in carica, invece, le indiscrezioni parlano di un possibile impegno di Ermanno Guerra, Felice Santoro e Paki Memoli.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *