“Sciacallaggio politico”. La replica di De Luca dopo l’incidente stradale

Il governatore De Luca sul luogo dell'incidente

Arriva a ventiquattro ore dall’incidente stradale che ha visto coinvolta l’auto su cui viaggiava il commento del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Commento affidato, come ormai d’uso, ad un post su Facebook. E, come nello stile del governatore, è una replica giocata tutta in attacco. Nel mirino di De Luca finiscono, senza essere mai espressamente nominati, gli esponenti dell’opposizione che sono duramente intervenuti sulla vicenda, in particolare criticando il fatto che l’auto di servizio utilizzi un senso di marcia, nella strada dove è avvenuto l’incidente, previsto per le forze dell’ordine “Siamo l’unico Paese al mondo –scrive De Luca su Facebook- nel quale un banale incidente stradale può diventare oggetto di sciacallaggio politico. Un abbraccio a Sara che è tornata regolarmente a casa senza problemi. Un rinnovato abbraccio al papà e alla mamma, persone civilissime con cui ci siamo sentiti ieri. Quanto al “controsenso”, non c’entra nulla. L’auto di servizio si è immessa sulla strada principale impegnandola senza che il conducente si accorgesse del motorino proveniente da destra. In quella stradina tra cinque palazzi è indicato sulla segnaletica il doppio senso di circolazione per le forze di polizia. L’autista alla guida, agente della polizia locale, non ha infranto alcuna legge. Ma tant’è. Rimango convinto che lo sciacallaggio offende chi lo pratica, non chi lo subisce”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *