Basilicata, per Eni nessun rischio fermo per l’impianto in Val d’Agri

L'ad di Eni Claudio Descalzi

“Il rischio di fermo non c’è, perché il problema è solo sulla parte di iniezione. La produzione continua”. Per l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi, dunque, l’attività dell’impianto in Val d’Agri continua regolarmente, a dispetto della richiesta di stop avanzata dalla Regione Basilicata. All’origine della delibera di sospensione delle attività di reiniezione, adottata venerdì scorso dalla giunta regionale, la presenza di ammine in una vasca e nella testa del pozzo “Costa molina 2”, a Montemurro (Potenza), rilevata dall’Arpab.

La replica di Eni – Al momento, come sottolinea Descalzi, ad Eni non è arrivata alcuna comunicazione ufficiale in merito al blocco delle attività. L’azienda, intanto, si dice ottimista. “Quello che possiamo dire –sottolinea Descalzi- è che noi, da quando abbiamo rimesso in marcia l’impianto, abbiamo fatto circa ducento analisi in modo costante secondo tutte le metodologia definite e concordate e non ci risulta nessuna anomalia”. La replica di Eni alla delibera della giunta regionale lucana non si è limitata alle dichiarazioni dell’amministratore delegato: nella giornata di ieri i legali della società hanno consegnato alla Procura di Potenza una memoria relativa proprio alla presenza di ammine in una vasca e nella testa del pozzo “Costa molina 2”. Memoria che si aggiungerà ai verbali dei campionamenti effettuati dall’Arpab nel mese di settembre ed agli esiti dei controlli effettuati nello stesso periodo dalla compagnia petrolifera. E sulla base di questo materiale, e di altri controlli che verranno eventualmente disposti, che i magistrati dovranno fare luce sulla vicenda.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *