Salerno, consiglio comunale “fantasma” per paura del caso “Luci d’Artista”

C’è il massimo riserbo a Palazzo di Città rispetto alla data del prossimo consiglio comunale, che in realtà doveva già tenersi ad inizio ottobre. Ora la data più gettonata sarebbe – strano a dirsi – lunedì 23 ottobre, alle ore 9. Ma ufficialmente nessuno sa nulla. Si tratta di una indiscrezione proveniente dagli uffici e che non ha ancora trovato alcune ulteriore conferma, anche perchè della riunione dei capigruppo che fissa ufficialmente data e ordine del giorno, non si hanno tracce. Molti dubitano però che il consiglio possa tenersi il 23, proprio perchè il giorno dopo – il 24 ottobre – è stato calendarizzato il giudizio dinanzi al Tar sul caso Luci d’artista, a seguito del ricorso amministrativo promosso da Blachere Illumination. Celebrare il giorno prima il consiglio comunale significherebbe esporre la giunta Napoli ad un fuoco di fila di polemiche e accuse, non solo a firma delle opposizioni ma anche da parte di diversi esponenti della maggioranza che in questi giorni non hanno mancato di far notare il proprio dissenso su come sia stata gestita l’intera faccenda.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *