Basilicata, istituito il Parco naturale del Vulture

I laghi di Monticchio

I territori di nove comuni del Potentino – Atella, Barile, Ginestra, Melfi, Rapolla, Rionero in Vulture, Ripacandida, Ruvo del Monte e San Fee – formano ora il Parco naturale del Vulture, quinta area protetta della Basilicata. Il territorio protetto comprende al suo interno aree di grande pregio naturalistico come i laghi vulcanici di Monticchio ed il monte Vulture. E proprio la volontà di preservare e  valorizzare questo patrimonio ambientale è scaturita la decisione di istituire il nuovo parco naturale lucano. Un parco che mira, inoltre, alla promozione di uno sviluppo sostenibile del territorio attraverso la costruzione di percorsi in grado di valorizzare, insieme a quello naturalistico, il patrimonio storico-culturale dei comuni ricadenti all’interno dell’area protetta.

Prospettive di sviluppo – A tal fine sono previsti tre livelli di tutela, a seconda del grado di antropizzazione del territorio. Ma sono soprattutto le azioni previste per favorire lo sviluppo sostenibile a caratterizzare la nascita del parco del Vulture: riduzione della produzione di rifiuti con l’attivazione di raccolta differenziata; favorire l’utilizzo o la produzione di energie a basso impatto; sostenere le attività produttive compatibili con l’area protetta, anche favorendo la nascita di nuove cooperative. E, naturalmente, rendere fruibile il territorio in chiave turistica garantendo la protezione delle specie animali e vegetali che lo popolano. “La nascita di un nuovo Parco risponde alla crescente domanda da parte di un’utenza esigente che oggi cerca il contatto con la natura e va al tempo stesso alla ricerca di nuove proposte turistiche e culturali – dice l’assessore all’ambiente della Regione Basilicata Francesco Pietrantuono –.La perimetrazione è stata concertata con il territorio e comprende un’area centrale che coincide con la zona di protezione speciale Monte Vulture dalla quale si diramano corridoi ecologici”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *