“In vino civitas”, a Salerno il salone dei grandi vini italiani

Sabato 2 dicembre, presso la stazione marittima di Salerno, apre ufficialmente i battenti “In Vino Civitas”, il salone del vino organizzato dall’associazione culturale Createam con il patrocinio di Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Salerno, Camera di Commercio di Salerno e l’Autorità Portuale. Cinquanta le aziende vinicole  provenienti da diverse regioni Italiane che hanno scelto di presentare le loro migliori produzioni all’interno della Stazione Marittima di Salerno, disegnata da Zaha Hadid. Un percorso enologico di alta qualità che, con un unico tagliando d’ingresso giornaliero, darà la possibilità di degustazioni gratuite per le tre giornate di esposizione.

Il programma dell’evento. Il salone sarà aperto sabato 2 e domenica 3 dicembre dalle 12 alle 21 ed il lunedì 4 dicembre dalle 10 alle 18. Al percorso enologico si accompagnerà anche un parallelo cammino degustativo offerto gratuitamente che vedrà al lavoro anche l’associazione Ristoratori di Vietri sul Mare.  Altrettanto ricco e appetibile è il programma dei seminari di approfondimenti e tecnici. Il calendario degli incontri prevede: sabato 2 dicembre, la presentazione in anteprima a Salerno di “Intrecci” la prima Scuola di Alta Formazione per il personale di sala, a cura di Dominga Citarella. Alle 16 il convegno su “Sicurezza alimentare e stradale: #bevosanoguidopiano”.

Come nasce In vino Civitas. Gli esperti di degustazione di vino sanno che mai, come nel caso del nettare di Bacco, il contenitore assume un valore fondamentale per esaltare i sapori e gli aromi delle diverse produzioni. Si dice, infatti, “ad ogni vino, il suo calice” . E se, invece di un solo bicchiere, ce ne fossero tanti da saggiare perché non sfruttare un contenitore grande e straordinario? E’ quello che hanno pensato i membri dell’Associazione Createam che hanno inteso promuovere la prima edizione di “In Vino Civitas”, il primo Salone del Vino a Salerno degustato e esposto in calici d’eccezione, i grandi Progetti Urbanistici disegnati dalla Archistar che hanno trasformato il volto della seconda città della Campania. Così come i latini ritenevano che attraverso il vino si potessero rivelare fatti e pensieri veritieri, allo stesso modo l’associazione ritiene che il vino può aiutare a scoprire meglio la città di Salerno, l’Hippocratica Civitas e le sue bellezze urbanistiche. In pratica, l’evento  intende valorizzare il contenuto, ovvero le migliori produzioni vitivinicole italiane, offrendo ai visitatori la possibilità di gustarle in un contenitore unico

La sinergia con Luci d’Artista.  Negli ultimi anni, uno dei grandi eventi che caratterizzano il Natale nelle città di Salerno è senza dubbio Luci d’Artista, un appuntamento irrinunciabile grazie al quale giungono turisti da ogni parte d’Italia. Per tre mesi da novembre a gennaio, centinaia di migliaia di visitatori raggiungono la città capoluogo (Stazione dell’Alta velocità sia per Frecciarossa che Italo con collegamenti quotidiani dalle principali città italiane ed anche apposite convenzioni con agevolazioni e sconti per i turisti di Luci d’Artista) per ammirare il percorso illuminotecnico.

1 Comment

  1. Alberto Cuomo ha detto:

    Quante sciocchezze… vino, urbanistica, veritas… ma chi ha scritto tali amenità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *