Elezioni, Vincenzo De Luca in campo mentre Renzi “boicotta” la Campania

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca è chiamato ad una vera e propria prova muscolare in occasione delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo. Con il leader nazionale del Pd Matteo Renzi deciso a non scendere in Campania per i classici appuntamenti da campagna elettorale, graverà sulle spalle dell’ex sindaco di Salerno tutto il peso di condurre il partito democratico (e i suoi candidati) verso un risultato brillante. Già perchè il feudo deluchiano della Campania rappresenta per Renzi una delle poche certezze, tenendo in considerazione la quasi totalità dei sondaggi che danno ormai per certa la sconfitta dei dem. Per Vincenzo De Luca si prospettano – dunque – tre settimane di fuoco, nel corso delle quali sarà impegnato in tutte e cinque le province della Regione Campania. Rumors provenienti da Palazzo Santa Lucia confermano un De Luca alquanto nervoso e agitato, in specie per le sorti del figlio Piero, candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Salerno città.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *