Direzione Pd, Vincenzo De Luca all’angolo dopo gli attacchi al partito

Vincenzo De Luca

Tra i tanti scontri che si sono consumati nel corso della direzione del Pd di ieri uno, non secondario, è quello legato al “caso Campania”: protagonisti il governatore Vincenzo De Luca e diversi esponenti democrat napoletani. Ad accendere la miccia, come da copione, Vincenzo De Luca che – come già fatto nei giorni scorsi – si è lanciato in un duro attacco al partito, imputando alla distanza tra lo stesso ed i cittadini la causa della sconfitta elettorale. Una posizione che a molti è apparso un modo per chiamarsi fuori, una sorta di autoassoluzione per il magrissimo risultato conseguito dal Partito Democratico in Campania, regione che De Luca governa ormai dal giugno del 2015.

Il j’accuse del governatore – L’attacco di De Luca – nella ricostruzione dell’agenzia Dire – nel corso della direzione è stato diretto: “Tutte le volte – ha detto il governatore – che abbiamo parlato dei risultati del governo, che pure c’erano, non abbiamo fatto altro che aumentare il fossato che ci divide dalla povera gente. Non abbiamo saputo rispondere alle esigenze che venivano da una parte del Paese”. Durissimo la stoccata tirata all’indirizzo del gruppo dirigente meridionale del Pd, accusato di una gestione “da notabilato ed improntata al clientelismo”. Prese di posizione che – stando ancora quanto riferisce la nota dell’agenzia Dire – sono state accolte con crescente insofferenza da parte di numerosi partecipanti alla riunione della direzione democrat. Anche perché l’inchiesta che nelle ultime settimane ha portato Roberto De Luca, secondogenito del governatore, alle dimissioni dalla carica di assessore al Bilancio del Comune di Salerno avrebbe dovuto consigliare al presidente campano toni meno aggressivi.

Botta e risposta – A replicare con maggior durezza alle dichiarazioni di Vincenzo De Luca sono stati – sempre stando a quanto riporta l’agenzia Dire – Marco Sarracino, esponente della componente Orlando, e Gennaro Migliore. Sarracino avrebbe gelidamente commentato le affermazioni del governatore sulla gestione del partito al Sud con un “è stato proprio lui ad attuare una gestione tutta familistica, visto che in politica De Luca ci ha portato quasi tutta la famiglia”. Più “politica” la replica di Gennaro Migliore, tesa a sottolineare come il governatore non possa chiamarsi fuori dal fallimento elettorale del partito. “Mentre tu attacchi il governo – la replica di Migliore –, il governo ti ha dato una mano con finanziamenti su finanziamento. Ripagati da un’irrilevanza amministrativa che in campagna elettorale ha pesato eccome”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *