“All books are important”: a Padula il festival del libro dal 12 al 14 maggio

Sarà presentata domani alle 12, presso la sede dell’assessorato regionale all’Istruzione e Politiche sociali, a Napoli,  prima edizione del Festival del Libro in programma a Padula dal 12 al 14 maggio. “All books are important” è il titolo della prima delle tre edizioni itineranti (dopo Padula sarà la volta di Tirana e Skopye) del Festival del Libro, a cura dell’associazione no profit Agenzia Arcipelago Onlus, con il patrocinio dell’assessorato all’Istruzione e Politiche sociali della Regione Campania e la collaborazione dell’assessorato alla Cultura del Comune di Padula. La rassegna, per tre giorni, proporrà trenta eventi tra incontri, seminari e conferenze con autori, scrittori e disegnatori, spettacoli musicali, laboratori sulla lettura ad alta voce e sulla scrittura creativa sotto la direzione di Angela La Torre, responsabile del progetto europeo ed il coordinamento dello psicologo Giuseppe Errico.

La Regione Campania ha deciso di sostenere questa straordinaria manifestazione culturale e sociale, che vedrà l’affascinante Certosa di San Lorenzo a Padula, Patrimonio dell’Unesco, trasformarsi in una grande biblioteca, aperta ai ragazzi del territorio della Campania e alle scuole, mettendo in collaborazione il nostro Paese con Macedonia e Albania. Si tratta – ha detto l’assessore all’Istruzione Lucia Fortini che ospiterà la conferenza stampa di presentazione – di un’importante occasione per riscoprire il valore della lettura in un’epoca in cui i nostri ragazzi preferiscono di gran lunga i videogiochi ed internet ad un buon libro“. Alla presentazione di domani interverranno, inoltre, il Sindaco di Padula, Paolo Imparato, e il presidente dell’Agenzia Arcipelago Onlus, Angela La Torre.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *